Soppalchi, scaffalature portapallets, drive-in, sono antisismici se progettati e costruiti secondo il criterio della resistenza ai vari livelli di sisma, calcolati in base alla regione e al comune di installazione. Di norma, sono scaffalature o strutture realizzate con irrigidimenti e dimensionate in modo tale da sopportare carichi dinamici e statici anche in presenza di scosse di terremoto. 

Nella realizzazione di nuovi progetti si tiene conto di tutti i fattori che possono incidere sulla tenuta delle scaffalature, con appositi simulatori e relazioni di calcolo. Su impianti di scaffalatura esistenti

Vengono effettuate simulazioni con carichi per valutare eventuali elementi critici e proporre soluzioni adeguate.
La realizzazione di un nuovo impianto sarà certificate a norma UNI/TS 11379 e FEM 10.2.08. Di norma nella realizzazione di un impianto antismico si prevede:
– Profili adeguatamente rinforzati
– Applicazione di controventature aggiuntive rispetto alle soluzioni tradizionali
– Valutazione dei carichi con l’eventuale aggiunta di barriere di tenuta
– Rinforzo dei sistemi di fissaggio a terra.

Le scaffalature industriali sono costruzioni metalliche molto particolari, realizzate con profili sottili formati a freddo perforati in continuo, collegati con sistemi a gancio diversi da produttore a produttore.
Pertanto è opportuno fornire indicazioni più specifiche per tener conto dei fenomeni di instabilità di questi particolari profili e per determinare in modo appropriato i parametri di progetto attraverso prove sperimentali.
Dall’entrata in vigore del D.M. 14.01.2008, tutte le strutture realizzate sul territorio nazionale devono garantire una adeguata resistenza sotto gli effetti del terremoto.
Le scaffalature industriali non sono edifici, ma strutture di dimensioni significative e rilevante impegno statico; in presenza di un evento sismico possono provocare danni alle merci e alle persone, se non si tiene conto correttamente del comportamento dei carichi sulle travi e degli elementi strutturali.

D. M. Infrastrutture Trasporti 14 gennaio 2008 (G.U. 4 febbraio 2008 n. 29 – Suppl. Ord.) ”Norme tecniche per le Costruzioni”
Ministero del Lavoro, nella lettera circolare n. 2134-6 del 13/09/1995. ha definito “sicuro” un prodotto progettato secondo la seguente gerarchia di norme tecniche:
1) normativa comunitaria cogente, se esistente:
2) leggi e norme tecniche nazionali cogenti, se esistenti;
3) norme di rango superiore emanate a livello europeo, come le norme EN. se esistenti:
4) norme emanate a livello nazionale, come le norme UNI, se esistenti:
5) norme volontarie di “buona tecnica”, emanate da Enti e/o Associazioni di Produttori a livello europeo o italiano, se esistenti;
Nel settore delle scaffalature metalliche le norme applicabili al caso specifico sono essenzialmente le seguenti:
1) D.M. 14/01/2008
2) Circ. Ministero Infrastrutture e Trasporti 2 febbraio 2009. n. 617 Istruzioni per l apphcazione delle ‘Nuove noime tecniche per le costruzioni” di cui al D.M. 14 gennaio 2008:
3) Norme EN. tra le quali la UNI EN 15512:
4) UNI-TS 11379/2010;
5) UNI EN 15620/2010 Tolleranze deformazioni e interspazi:
6) FEM 10.2.08 v.1.04 May 2010 Recommendation for thè design of Static Steel Paller Racking in seismic conditions;
7) PrEN 16681 Steel static Storage System – Adjustable pallet Racking systems – Principles for seismic design
Queste norme contengono le istruzioni indispensabili per la corretta progettazione in zona sismica.
Le suddette norme saranno utilizzate nel modo seguente.
• Scaffalature porta pallet
– la zonazione sismica, le caratteristiche del terreno e l’intensità del terremoto si ricavano dal D.M. 14/01/2008;
– i criteri di progettazione antisismica si ricavano dalla UNI-TS. che è la norma redatta appositamente per trasferire ì criteri generah del DM al mondo peculiare delle scaffalatine porta-pallet:
– le verifiche vengono condotte in riferimento alla EN15512 e D.M. 14/01/2008:
– per ì tasselli post installati m zona sismica la norma ETAG – 001
REFERENZE TECNICHE UNI ENV 1993 1-1 (Eurocodice 3) ‘Progettazione di strutture in acciaio”;

Chiedi un preventivo

Richiesta informazioni


Compila il form, fornendoci maggiori informazioni possibili.
Vi chiediamo di fornirci Città mail e telefono 
Di norma verrai  contattato entro 30 minuti.